Con la conversione in legge del D.L. "Spalma-incentivi" lo Stato Italiano ha inteso penalizzare retroattivamente tutti quegli operatori che avevano deciso di investire nel settore delle energie rinnovabili sulla base della previsione dell’erogazione di una tariffa incentivante da parte del GSE per la durata di 20 anni.

 

Questa decisione segue una serie di modifiche normative che hanno nel tempo contribuito a mettere in crisi le imprese del settore. Si pensi ad esempio all’IMU, all’ammortamento etc…

 

 Nostra intenzione è far valere nelle opportune sedi gli interessi di chi ha creduto, con importanti investimenti, al business delle energie rinnovabili, proponendo una class action contro il D.L. "Spalma-incentivi".